giovedì 20 settembre 2007

Settembre



Il chiasso dell’estate che non torna
s’attenua per farsi eco e poi morire
tra le mura silenziose del paese.
Sulle pietre si fa lento il cammino
per rapire il tepore settembrino.
Il sole che scottava se n’è andato,
amoreggiano, a scuola i ragazzini.

1 commento:

giacomo ha detto...

saba?, caproni? stile e freschezza, come un vino giovane ma buono...
ciao sandrocchia